Senza categoria

W le cacanze!

Vi sarete chieste che fine ha fatto la vostra BirbaMamma preferita in questo periodo senza postare nemmeno un misero articoletto (voglio credere che ve lo siate chiesto, dai!). Sarà in vacanza?
Si. Ma anche no. Vi spiego.

Di solito io parto al mare quando gli altri lavorano, a giugno, con la solita frase di accompagnamento: “Ah, beata te, che invidia!”.

Questo fa di me automaticamente una blogger figa che può postare foto di mare, tramonti e relax per ben tre mesi.

cacanze

Ma io amo raccontarvi la verità e il motivo della mia assenza dal blog è presto detto:

quest’anno le mie vacanze sembrano quelle di Fantozzi.

Andiamo con ordine, perchè rientrare nelle sfigate croniche, è un attimo.

Sono arrivata in Salento circa 2 settimane fa con un caldo che manco all’equatore.

Il Peloso ha cominciato a dare segni di insofferenza e, a 24 ore dall’arrivo, mi sono allarmata così tanto che ho dovuto chiamare un veterinario (che trovarlo al mare e disponibile è stata un’impresa ma ometto il racconto).

Sdeeen: 10 punti per iniziare.

Porto #ilRibelle per due e dico due giorni di mare e, al terzo giorno, avverto un leggero fastidio in gola. Saranno mica le placche? E placche siano.

Sdeeen: 100 punti

Tre giorni a casa sempre col caldo tropicale e io con febbre e antibiotico effetto botta sul coppino.

#IlRibelle ogni giorno con il ritornello: “Mamma quando ti passano i miclobi?”

Al 4 giorno finalmente decido di portarlo in spiaggia. E guarda un po’, scopro che sono proprio quei giorni del mese in cui una potrebbe uccidere, avete presente?

Sdeeen: 1000 punti
Altri due giorni a casa con un treenne insofferente e una mamma mestruata. Vi risparmio i dettagli.

Finalmente, dopo 1 settimana io e #IlRibelle usciamo per andare al mare.

Ma siamo in Salento amici: lu sule lu mare e lu ientu.
Ho detto vento? Lu ientu è così forte che trasformarsi in cotolette è un attimo: la panatura della sabbia sottile sottile, tanto amata dai turisti, sulla crema abbronzante è il top.
E in più #ilRibelle si becca una “lettinata” sulla testa perchè il vento chiude la sdraio proprio mentre lui gioca sereno.

Sdeen: 10.000 punti

Ok, ce la posso fare. Porto #ilRibelle a vedere il tramonto che magari si calma.

Aperitivo romantico io lui e la nonna, posto foto che prendono mille like perchè tutto è così bello/vacanziero/cool.

Mentre io cerco il wifi, visto che la TRE mi ha tagliato i giga sino ad agosto (questo vale 50 mila punti e una serie di madonne che non sto qui a elencare perchè le giaculatorie mi vengono male ma tenetelo presente nel computo finale) #ilRibelle piomba giù dalla pedana in legno del bar, di faccia. Con tanto di sangue splatter, urla apocalittiche della nonna e disagio dei turisti presenti.

Sdeen:1000 mila punti. En Plein.

Ho vinto qualche cosa?

Tranquille, continuo a postare foto fighe di posti fighi, tanto del backstage non frega nulla a nessuno.

Ah, sono ancora senza giga, vado dalla mia santa amica parrucchiera a farmi i capelli per sfruttare il suo wifi e oggi piove.

Capite ora il titolo?  W le cacanze! E grazie alla mia amica Nema per il neologismo.


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *