Beauty

E niente. tipo che mi sono accorta di aver trascurato una parte fondamentale di questo blog che in realtà è quella che dovrebbe venirmi meglio perché è il mio mestiere. Io sono una beauty editor, una che scrive di argomenti di salute e bellezza per i giornali per intenderci, ma quando ho scelto di dare vita a BirbaMamme l’ho fatto con un’ idea ben chiara: parlare di cose utili, davvero valide, e cercare di essere d’aiuto ad altre mamme imbranate come me. In tutti i campi.

Vi dico questo perché se è vero che creme e belletti sono il mio pane quotidiano e scriverne  dovrebbe venirmi facile, in realtà lo è sino a quando si tratta di parlarne “genericamente” e non consigliare un prodotto specifico a un’utilizzatrice specifica.

Sui giornali le scelte sono spesso obbligate, i brand che fanno pubblicità, quelli che hanno prodotti belli da vedere (vuoi mettere una bella confezione?). È semplice marketing.

Del resto, sarebbe oggettivamente difficilissimo per le redattrici provare con cognizione di causa e dire la propria sui cosmetici:

primo perché materialmente non puoi applicarti trecento creme contemporaneamente (ma anche due rossetti, due ombretti, etc) e provarli nelle stesse identiche condizioni, sono cose che puoi ricreare solo in laboratorio,

secondo perché per testarne l’efficacia, ognuna richiederebbe dei tempi di “reazione” (i primi risultati non puoi vederli prima di 20/30 giorni di applicazione) improponibili con le tempistiche dell’editoria.

Tutta questa introduzione si ricollega anche a un altra mia personale considerazione: non esiste la crema perfetta. Quella che universalmente è efficace sulla mia pelle e su quella di altre una, dieci, cento persone (e nemmeno il gloss o il mascara o il rossetto).

smyle

Ognuno di noi è un’universo a sé e quanto possa incidere un cosmetico dipende da mille fattori.
Fumi? Bevi abbastanza? Mangi sano? Hai una vita stressante? Fai sport? Geneticamente sei portata ad avere le rughe? Tua madre ha la cellulite? Hai degli squilibri ormonali? Sudi troppo? … Sono tante e tali le variabili che azzeccare il prodotto per due gemelle omozigote potrebbe diventare impossibile.
Eppure  io ho tante amiche che sapendo che scrivo di bellezza mi chiedono sempre: “Qual è secondo te la migliore crema?”

Ecco perché ho avuto qualche remora ad affrontare l’argomento. Se fossi una lettrice di BirbaMamme io non vorrei chiacchiere. Non vorrei sapere “quanto è figo il nuovo mascara di pinco pallo… o guarda la crema dei miracoli”, ma vorrei sapere perché lo è davvero, come funziona, se funziona, perché dovrei comprarla, ma, soprattutto: funzionerà su di me?

E per fare questo tipo di post ci vuole tempo e non è detto che quello che io reputo perfetto possa funzionare.

Perciò, vi parlerò di bellezza cercando di segnalarvi le novità nel settore, le più interessanti SECONDO ME, raccontandovi dei cosmetici che ho provato io personalmente; ma soprattutto cercherò di comunicarvi le sensazioni riguardo ai prodotti, il perché vi parlo di qualcosa piuttosto che di altro sperando di essere il più coerente possibile con l’idea “ecco, questo è il consiglio che mi aspetterei da un’amica fidata”.

Oggi vi racconto di un prodotto che non ho ancora provato (ma spero di farlo presto) e che ha catturato la mia curiosità in maniera indiretta, anche perché smentisce le mie convinzioni sull’efficacia universale. Ma vediamo bene di che si tratta.

Diciamo che l’ho scoperto tramite un cartone animato (che vi posto) molto carino, divertente, educativo. Ma penso che ne sentirete parlare un po’ ovunque su tv e stampa.

Dicevamo, un cartone animato che parla del sistema immunitario, della pelle e della necessità di prendersene cura per mantenerla sana e in salute. Il video si intitola “L’esercito della salute e della bellezza: il nostro sistema immunitario” e vede come protagonisti oltre a una mamma e alla sua bimba, una serie di “personaggi” come i microbi, i globuli bianchi, le cellule di Langerhans (una sorta di sentinelle che difendono la cute dalle aggressioni esterne).

3_batterini

Un cartone animato che (chapeaux!) fa parte di un progetto scientifico di Shiseido Italia in collaborazione con l’Ospedale e il centro di ricerche Humanitas di Milano, punto di riferimento mondiale per gli studi sul sistema immunitario, che ha curato i contenuti scientifici. In pochi minuti, in maniera soave e divertente, oltre che chiara e diretta, il messaggio arriva deciso: il sistema immunitario consente all’organismo di mantenersi sano e bello, ecco perché è fondamentale aiutarlo a restare “forte”.

E siccome la pelle stessa è un organo immunitario, mantenere in salute le sue cellule, soprattutto le quelle di Langerhans, che difendono dall’ingresso e dall’attacco di microbi, significa mantenere una pelle giovane e sana più a lungo (leggi pelle luminosa, tonica, senza rughe, macchie, etc etc).

Quando invece la pelle è opaca, ruvida, disidratata e inestetismi e segni del tempo diventano visibili, significa che il sistema immunitario cutaneo non funziona al meglio e che le cellule di Langerhans non sono più efficienti.

Ed ecco la rivoluzione: creare cosmetici immuni attivatori, ossia capaci, una volta applicati sulla pelle di rinforzarne il sistema immunitario potenziando la capacità della pelle di resistere allo stress e agli attacchi esterni.

Ovviamente i laboratori Shiseido non hanno perso tempo e hanno dato vita a ULTIMUNE  il primo immuno-attivatore cosmetico proposto a livello mondiale, una formula innovativa, sintesi di 20 anni di ricerca scientifica e coperto da 31 brevetti internazionali, un prodotto universale che modificherà per sempre il rituale di bellezza quotidiano.

Il claim recita: ULTIMUNE prepara la pelle a ricevere i trattamenti specifici che diventano così più efficaci. È indispensabile per qualsiasi tipo di cute e a qualsiasi età.Ultimune di shiseido

Insomma un prodotto universale che stimola le cellule di Langerhans a lavorare al meglio attraverso speciali enzimi, migliorandone l’efficacia sino al 64%. Il prodotto si usa dopo la detersione mattina e sera e dopo aver riequilibrato la pelle con un tonico e prima del normale prodotto “correttivo” , crema antirughe, antimacchia, etc.

Sarebbe come mettere il turbo alla crema, per così dire. Io non amo mettermi addosso troppi cosmetici, latte, tonico, siero, crema… sono davvero pigra ma, se davvero Ultimune funziona come dicono, attendo di testarlo e verificarne l’efficacia, e raccontarvi presto i suoi prodigi e per farlo anche voi vi segnalo questa iniziativa:

Dal 7 al 20 ottobre al quinto piano della Rinascente di Milano ci sarà una beauty lounge dedicata proprio al lancio di Ultimune e sarà possibile testarlo e approfittare dei consigli e dei trattamenti della casa giapponese.

Beauty Lounge 2

 

Sabato 11 arriverà dal Sol Levante addirittura Noriko Okubo, una delle 7 top hairstylist e makeup di Shiseido che darà i suoi preziosi consigli e svelerà le tecniche di applicazione del fondotinta in un workshop gratuito (basta prenotarsi al 334/2490272 o 331/1834110).
Io ci andrò sabato mattina. Venite con me?


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.