Coach

Un’ora sola ti vorrei… vi ricordate la canzone? Ecco, il ritornello potrebbe essere la giusta risposta alla domanda:
«Quanta tv far vedere ai nostri BirbaMarmocchi?».

Il rischio? Rallentare lo sviluppo cognitivo del bambino. E l’allarme lo lanciano gli esperti: nel 2012  un’equipe scientifica attiva presso l’Ohio State University ha monitorato la situazione di 107 bambini, sottoponendo i genitori a questionari incentrati sul numero di ore trascorso dai bimbi davanti allo schermo del televisore.

Photo courtesy of Clark Maxwell

Photo courtesy of Clark Maxwell

I risultati, indipendenti dalla condizione socioeconomica delle famiglie monitorate, hanno evidenziato nei bambini una correlazione tra l’esposizione prolungata alla TV e una scarsa capacità di comprendere i pensieri e i comportamenti altrui.

L’equipe della Dottoressa Amy Nathason ha individuato come maggiori fattori di rischio:

la presenza di un apparecchio televisivo in camera
l’esposizione prolungata ai rumori di fondo della televisione accesa anche in altre parti della casa.

Considerato che i bambini dei Paesi occidentali trascorrono in media 30/40 ore a settimana davanti allo schermo televisivo, anche in età prescolare, come si possono evitare questi problemi?

Ecco qualche consiglio suggerito dalla nostra coach, la psicologa cognitivo comportamentale Miolì Chiung Ching Wang fondatrice dello Studio Salem.

  • Stabilite un tempo giornaliero dedicato alla TV (in età prescolare un’ora è più che sufficiente).

  • Guardate la TV con i vostri figli e invitateli a esprimere il loro parere su quello che hanno davanti (per fortuna oggi ci sono tanti cartoni animati educativi dai quali si possono ricavare spunti più che interessanti!).

  • Tenetevi sempre aggiornati proprio sulle novità relative a cartoni animati educativi e programmi per la prima infanzia (in questa fase della crescita è nodale scegliere con attenzione, in quanto i bimbi tendono a imparare molto per imitazione).

  • Fate attenzione ai programmi che guardate quando loro sono in casa.

  • Evitate di lasciare i bambini davanti all’apparecchio televisivo la sera, così come la mattina prima di andare a scuola.

Questi sono solo alcuni suggerimenti di buon senso per regolamentare l’utilizzo della TV nei primi anni di vita del bambino, cruciali per la costruzione dell’identità e per la scoperta del mondo.

La televisione non è da demonizzare – come ricordato ci sono tanti contenuti educativi utili – ma deve essere chiamata in causa mettendo in primo piano la moderazione e le regole, soprattutto in un momento decisivo come gli anni che precedono l’inizio della scolarizzazione del bambino.


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.