Beauty

Voi avete mai visto i programmi di Real time tipo “24 ore in sala parto”?

Quelli dove le tizie incinte arrivano truccate, profumate, fresche di piega in ospedale e dopo 82 ore di travaglio non gli si scompone manco la riga dell’eyeliner?

Ecco, io quando ero in attesa ho cercato di badare al mio corpo, mi ungevo di olio modello orata per evitare smagliature almeno due volte al giorno, non ho mai rinunciato alla tinta anche se la facevo super natural, avevo sempre manicure e pedicure perfetta e non uscivo mai di casa senza rossetto. E speravo di arrivare in ospedale come una di quelle di RealTime, cioè perfetta.
Ma il Ribelle ovviamente decise di presentarsi all’alba e l’ultima cosa a cui pensai quella mattina fu il makeup.
E che non mi venga a chiedere perché della sala parto abbiamo solo una foto sfuocata.
Quando poi siamo tornati a casa, ero sicura che avrei ripreso la mia beauty routine e sarei diventata una mamma figa con neonato al seguito. Si. Proprio.
Non riuscivo manco a farmi una doccia, figuriamoci a pettinarmi, truccarmi, smaltarmi.
Per un lungo periodo mi sono sentita dentro il tunnel di Cenerentola, quella che era sfigata e vestita di stracci ma alla fine grazie a un tocco di bacchetta diventa una principessa coi controc*, pettinata, truccata e, grazie a una scarpetta di cristallo, trova pure il principe.

Solo che io nel tunnel c’ero entrata al contrario.

IMG_0182

Ero partita figa (o più o meno tale) e radiosa col principe che mi aveva addirittura messo incinta e ne uscivo in tuta e pantofole con la ricrescita in bella vista.
In quei giorni ho pensato a tutte le cose che si dicono sulle neo mamme e ho sperato che qualche anima pia si offrisse di farmi la piega più che di tenermi il pargolo.
E nulla. Nessuna amica estetista né parrucchiera volenterosa.
Poi però i mesi, per fortuna, passano.
E non è che migliori l’aspetto ma, almeno, riconquisti un po’ di tempo.
E impari a ottimizzarlo.
Tutta sta premessa per suggerirvi tre oggetti tecnologici davvero davvero fighi che vi faranno risparmiare tempo e vi aiuteranno a sembrare appena uscita da un centro estetico senza muovervi dal bordo culla.
Provare per credere!
Ovvio che l’aiutino della fatina buona c’è, e in questo caso la bacchetta magica è la tecnologia. Io li ho provati. E ve li consiglio tutti.
1. Missione piedi da Cenerentola

Anche se non ve ne siete mai curate, anche se “lo smalto sui piedi, solo d’estate”, anche se “tanto d’inverno porto le calze”, sappiate che con un bambino dovrete trotterellare parecchio.

Ergo, meglio mantenere i pieduzzi perfetti. E morbidi.

E se la pedicure non riuscite a prenotarla, compratevi  Velvet Soft, il roll per piedi Scholl.
Costa un po’ più di una semplice lima o raspa per piedi (39,99 euro) ma vi assicuro che sono soldi ben investiti.
In pratica ha la forma di un rasoio ma è un dispositivo elettrico con una testina rotante, appositamente progettata, in MicraluminaTM un materiale che elimina gli eccessi di pelle e le callosità, rendendo i piedi vellutati  senza alcun fastidio o dolore.

Scholl Velvet Soft_Pack Natale
La BirbaNonna che è una fanatica del benessere dei piedi non se ne separa più.
Passatevi Velvet Soft almeno una volta la settimana sui piedi (asciutti!), lavateli e applicate una crema idratante ( se poi avete un minuto, magari anche uno smalto bello vivace e colorato) e vedrete che piedino da ballerina conquisterete.

2.Pelle luminosa

Altro aggeggino tecnologico di cui non riesco a fare a meno di decantare le lodi (e non sono la sola) è  Clarisonic. Per chi ancora non lo conoscesse è una spazzola sonica che deterge in profondità. Basta un minuto al giorno e la pelle appare morbida, vellutata e luminosa.

Intanto imparerete a pulire la pelle in profondità, poi con questa spazzola, almeno un paio di minuti, mattina e sera, sarete sicure di dedicarli alla vostra pelle.
Due minuti che varranno 100. Non ci credevo nemmeno io, giuro!

Eppure da quando la uso la mia pelle è cambiata, le macchie sembrano attenuate e i pori sono meno dilatati. Io ho la versione “classica “ ma se dovete acquistarla, scegliete la Sonic Radiance Brightening Solution, praticamente oltre alla spazzola dotata di una speciale testina con setole più spesse, il kit comprende  prodotti skin care che hanno un’azione esfoliante superficiale sulle macchie già esistenti e lasciano la pelle ancor più luminosa e idratata.

SR_Group_wHandle_Front

Clarisonic Sonic Radiance Brightening Solution è in vendita  in esclusiva da Sephora C.so Vittorio Emanuele Milano, presso La Rinascente Duomo e sul sito www.clarisonic.it al prezzo di 249 euro. Il kit prodotti skincare e la testina Radiance sono venduti anche singolarmente al prezzo di 125 euro e 27 euro. Anche qui, l’investimento può sembrare esorbitante ma, da beauty editor e da consumatrice devota vi dico che ne vale la pena, e se volete, ci metto la faccia!

IMG_3732
3. Capelli come appena uscita dal parrucchiere

Infine, dai piedi… ai capelli: io sono un’estimatrice di Ghd la piastra più imitata al mondo.

Un po’ più costosa rispetto ai competitor  (199 euro) ma, come diceva mia nonna: chi più spende meno spende.
Al di là delle battute, questa piastra vince anche contro le “colleghe” più moderne che usano vapori, infrarossi, etc. e per me è l’unica che vi riporterà i capelli immediatamente a forme umane anche se siete negate con spazzola e phon.
Il tutto senza comprometterne luminosità e salute.
Si riscalda in un attimo e basta una sola passata per risultati da professioniste.
Poi, pian piano se imparate a maneggiarla, oltre all’effetto liscio sarete in grado di dare forme morbide e arricciate anche ai capelli a spaghetto. In foto vedete la limited edition gold ma anche la classica nera, è bella e non impegna!

rose styler tip shot

Ora non avete scuse. Non potete lasciarvi andare, gli strumenti ve li ho suggeriti.

Ps. Se avete chi vi accudisce il BirbaMarmocchio per un paio d’ore, ovviamente, dimenticate i miei trucchetti e correte in un centro estetico, che è sempre meglio!

 


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *