Usciamo

E la nostra prima settimana di vacanza è andata. Scusate il silenzio ma vi spiegherò con calma anche il motivo.

Dunque. Prima settimana in Riviera Romagnola promossa a pieni voti come Bengodi delle vacanze estive con BirbaMarmocchi. Perché qui, che ve lo dico a fare, tutto è a misura di bambino, anzi di famiglia felice.
Pensato e organizzato per agevolare il compito ai genitori e rendere la vacanza dei piccoli così indimenticabile che l’anno prossimo vi toccherà riprenotare nello stesso posto. E io che avevo la casa in Salento…e vabbè.
Mare a parte, in Riviera hanno tutto.

IMG_8805

Ma come, direte voi? Non sei in un posto di mare? Eh si, ma io per mare intendo quello cristallino e trasparente che solo poche regioni possono vantare come Puglia, Sardegna, Sicilia, Calabria. Qui invece il colore dell’acqua è spesso più simile a quello di un tè alla pesca che a un cocktail con blu curaçao.
Ma il mare, ve lo assicuro, è l’ultima cosa a cui penserete pur essendo qui per una vacanza al mare.
Noi abbiamo affittato un appartamento. Primo consiglio spassionato: Se potete, preferite un hotel mezza pensione, costa poco di più  ma se avete bimbi piccolissimi che non necessitano di svezzamento o grandicelli e autonomi avrete meno sbattimenti, pulizie garantite e non dovrete nemmeno preoccuparvi di capire cosa preparare per cena.

Poi ci siamo fermate nel primo lido sotto casa. Ogni lido qui è super attrezzato quindi uno vale l’altro ma io vi parlo di quello “BM tested” ossia del CalypsoBeach che occupa tre quarti di litorale di Misano e che, dire che sia a misura di famiglia, è dir poco.

calypso
Il primo giorno, il mitico Roberto ci ha visto arrivare come due zombie pallide ed emaciate  con due passeggini e il cane (che quadretto deprimente!) e ci ha subito accolte con un sorriso disarmante, proposto un prezzo irrifiutabile per il noleggio di ombrellone e lettini per tutto il mese e sistemato, volendo, anche il cane: perché al NUMERO TRE, anche il Peloso è ammesso al bagno. E già lì mi volevo commuovere.

Poi sono cominciate le sorprese. Ombrelloni elettronici che si aprono al tocco magico di un telecomando in dotazione allo staff, spazio abbondante tra le file (no, mica tutti attaccati!), piscina, idromassaggio, campo di beach e di bocce, calcio balilla e biliardo (vero!) doccia di acqua calda per tutti. E per loro, i BirbaMarmocchi spunta una baby room con tanto di fasciatoio e piletta con acqua calda per docciarlo comodamente, una cabina adibita a deposito dei giochi da spiaggia per non doversi caricare tutto l’ambaradan di palette e secchiello e gonfiabili vari ogni volta, un’area giochi con casette, castelli, giostrine ed altalene per i piccoli, tappeti scivoli, gabbie, ponti mobili e pareti da arrampicata per i più grandi.

IMG_8823

Aspettate!!!  Prima di spalancare la bocca, sappiate che non è finita qui. Il secondo giorno Roberto ci consegna una borsa mare in tela con logo del Calypso. E di questi tempi, tutto fa comodo (e la borsa non è nemmeno male!), il terzo giorno organizzano un aperitivo in spiaggia con tanto di offerta drink ai bagnanti. Il quarto ho chiesto se per caso conoscevano una piadineria senza glutine e c’è mancato poco che Roberto e famiglia mi ci portassero a cena. Stasera c’è il compleanno del Calypso con aperitivo, torta e tanto di festa al calar del sole. Mica pizza e fichi!

Ah, c’è anche il wifi più o meno gratis (si paga un euro al giorno ma la rottura è che bisogna registrarsi e accedere ogni giorno con una diversa password che viene consegnata alla reception).

La spiaggia è sempre pulita e i bagnini gentilissimi nonostante spuntino marmocchi di età varie,ovunque. Ah,  se vi siete dimenticato il pannolino water resistant, alla reception ve ne danno uno al costo di un euro e vi risparmiate la fatica di tornare a casa.
Con tutti questi optional stare in spiaggia diventa uno spasso (eccezion fatta per l’accudimento del Bambolotto che da quando siamo arrivati sembra posseduto e non sta fermo un attimo, tanto da essere stato soprannominato dai nostri vicini d’ombrellone “granchietto” per la velocità con cui prende il largo gattonando in diagonale).
Ah, i vicini d’ombrellone….qui è pieno di stranieri, per lo più tedeschi, anziani in pensione e gita “70 anni felicie e contenti” e mamme e bimbi più o meno accompagnate da mariti (o nonni) ma tutti, e ripeto tutti, sono socievolissimi. Compresi i nostri confinanti, una deliziosa coppia di ultra settantenni che ricorda tanto il Carl Fredricksen e la moglie Ellie di Up il film di Disney con la casa che vola con i palloncini colorati, ve lo ricordate? (Mi spiace solo non potervi postare la foto per rispetto della privacy ma giuro: lui è uguale!) che sembrano due innamorati ai primi baci…. fanno quasi venire voglia di crederci. Deliziosi!

carl&ellie
Le ore in spiaggia sono scandite, ovviamente, dalle esigenze dei piccoli e dovrebbero essere dalle 8 alle 11.30 e dalle 16 alle 19 ma io e BirbaMamma Ale C abbiamo appurato che nonostante i nostri sforzi, non riusciamo mai ad arrivare prima delle 10, rietrare prima di mezzogiorno e tornare in spiaggia prima delle 17. Praticamente stiamo in spiaggia il tempo di un caffè.

La sera, se ancora avete forze ed energie per muovervi, dopo aver nutrito/lavato/spannolinato i pargoli, potete portarli alle giostre. No, non semplici giostrine ma veri e propri parchi dei divertimenti (quello sotto casa si chiama PAPEROPOLI) dove dalle autoscontro ai Kart, dalle automobiline alle astronavi tutto è formato mini. Un giro, 1 euro (abbordabile direi). A me è toccato salire a rimorchio del camion dei pompieri e riprovare l’ebbrezza dell’autoscontro dopo un passaggio a due sul buldozer. Come dire, quarantanni e non sentirli (per fortuna durante la settimana gli altri piloti erano tutte mamme come me). Mi piace vincere facile!

IMG_8859

I nani non sono ancora paghi? Provate con l’esorcista. Scherzo. Ecco pronte piadinerie in ogni angolo che lavorano h24 e sfornano leccornie per tutti i palati, dal dolce al salato e gelaterie 100% naturali dove dal gelato alle centrifughe di frutta e verdura espresso, si accontentano bimbi esigenti e genitori salutisti. E i gelati, anche quelli sono a misura (e costo) di bimbo e ogni gelateria è dotata dell’angolo “ludoteca”. Non manca nemmeno il gusto Peppa Pig. Sono troppo avanti!

gelateria
gelato1euro
E durante la settimana, tra mercatini, concerti e balere a cielo aperto, anche nonni e genitori possono divertirsi.

Di tempo per annoiarsi, insomma, non ce n’è. E se decidete per una cena fuori e avete paura che i bimbi facciano i capricci, niente paura: accanto a quasi ogni ristorante pizzeria c’è sempre un parco giochi o una sala giochi dove loro potranno ingannare l’attesa.
I costi?La Riviera Romagnola si riconferma uno dei posti più abbordabili sia per i locali come ristoranti, piadinerie e pizzerie, sia per l’acquisto di giochini e inutilità varie da spiaggia (ve li chiederanno anche i bambini più buoni, anche se non sanno parlare ve li indicheranno urlando, e voi cederete per la vergogna di avere un bimbo indemoniato, ve lo assicuro: io ho dovuto acquistare un camion e un escavatore nuovo (giusto per rimpinguare l’autorimessa).

IMG_8958
Potrei concludere dicendovi dunque che è tutto meraviglioso e fantastico ma un minimo di rovescio della medaglia ci vuole, o non sarei credibile (ed ecco svelato il motivo del mio silenzio): a caricare passeggino e borsa del mare, borsa frigo e secchielli d’acqua per riempire la piscinetta mi sono presa uno strappo muscolare che per due giorni mi ha totalmente annientata. E solo oggi dopo 4 tachipirine e 5 cerotti transdermici riemergo dall’oblio. Tanto che il mitico Roberto, sempre lui, oggi vedendoci tornare a casa per il pranzo ha così commentato: “Ragasse, sembrate tornate dalla guerra….”

Ah, dimenticavo: dite addio anche all’abbronzatura, a meno che non riusciate a prenderla mentre lui dorme,  perché tra tutte queste attività sarà difficile passare anche solo 5 minuti stese sul lettino.

dorme
Come dite voi…Vacanza?

 


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.