Bua

Se come me siete ancora alle prese con il raffreddore, e volete liberarvene in fretta, vi dò qualche dritta per rinforzare l’organismo. Perché pare che alcuni cibi possano essere un valido aiuto per combattere i malanni di stagione, una specie di scudo in più per proteggere i BirbaMarmocchi.

L’ideale – suggeriscono gli esperti – è iniziare dalla prima colazione, che è strategica per le difese del nostro organismo: quando è ricca di vitamine del gruppo B, Zinco e vitamina C protegge può aiutare a proteggersi da influenza e altri malanni di stagione. 

Photo courtesy of George Goodman

Photo courtesy of George Goodman

“Un’alimentazione variata e sana, ispirata alla dieta mediterranea, è certamente la base per aiutare il nostro organismo a rispondere all’attacco dei virus influenzali – spiega Fabrizio Pregliasco, virologo presso il Dipartimento Scienze biomediche per la salute dell’Università degli Studi di Milano – e in particolare non devono mancare le vitamine del gruppo B, sia nella prevenzione sia dopo aver subito un’aggressione da parte di virus che causano le classiche malattie invernali, dall’influenza al raffreddore. Questo perché le vitamine del gruppo B si sono dimostrate importanti nella ricostruzione cellulare dopo la ‘distruzione’, definiamola così per semplicità, dovuta all’infezione virale. Per questo motivo ci sono situazioni in cui l’integrazione con prodotti a base di vitamine B risulta particolarmente significativa”.

Il latte è uno degli alimenti più ricchi di vitamina B ( ma anche molte farine integrali) ed è perfetto per i bambini. Ma vanno bene anche  spremute d’arancia rossa o di pompelmo rosa (non zuccherati) e latte di mandorla o frullati di banana, albicocche e kiwi, particolarmente ricchi in vitamine B .

N.B. Se vuoi saperne di più sulle vitamine del gruppo B (sono otto in tutto) e dove si trovano, io ho trovato parecchie info utili sul sito betotal.net che, tra l’altro è un integratore anche per bambini che sopperisce alle mancanze di queste fondamentali vitamine.

Bertalan Szuros

“Oltre alle vitamine del gruppo B (B1, B2, B12) è importante che la prima colazione contenga anche le vitamine D e C (quest’ultima contenuta in grande quantità nell’Acerola oltre che nelle arance) che stimolano il sistema immunitario favorendo l’attività delle sue cellule, i linfociti; senza dimenticare che la vitamina C così come la E, ha una potente azione antiossidante che contribuisce a rafforzare l’organismo. Infine importante è il ruolo dello Zinco: che ha un’azione di prevenzione e di riduzione dell’intensità della sintomatologia delle malattie tipiche della stagione invernale,praticamente agisce bloccando la replicazione virale e parallelamente ha anche un’attività immunostimolante” sottolinea Fabrizio Pregliasco.

L’alimento a più alto contenuto di zinco? Le ostriche. Ma voglio conoscere chi le mangia abitualmente a colazione, suvvia, taggatevi!

Quindi, in alternativa, ecco  un esempio di colazione ad alto tasso vitaminico, suggerito dalla dottoressa Diana Scatozza,Medico Chirurgo, Specialista in Scienza dell’Alimentazione:

  •   Una ciotolina di ribes e un kiwi: ricchissimi di vitamina C, immunostimolante e antiossidante, e di fibre, aiutano il ripristino delle riserve glucidiche e la funzionalità gastrointestinale.
  •    Una fetta di pane integrale con un cucchiaino da tè di marmellata: il pane integrale è ricco di vitamine del gruppo B, di Zinco, di fibre e di amidi a lento assorbimento. L’associazione con la marmellata, che apporta zuccheri semplici e a rapido assorbimento, fornisce un rilascio costante di energia durante la mattinata, senza, tuttavia, provocare picchi glicemici.
    Stéphanie Kilgast
  •        Una tazza di latte o uno yogurt bianco parzialmente scremati: fornisce calcio, proteine, fermenti lattici e vitamina D.
  •    Tre-quattro mandorle fresche o una noce: apportano Zinco, acidi grassi essenziali e vitamina E.
    8596721996_c97de4844f_b

Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.