Usciamo

Partendo dal fatto che dalle mie parti vige il detto “Natale con i tuoi…” e che ogni anno alla fine non parto perchè “Vuoi mica rovinare le tradizioni?”, capirete che  io Natale lo passo a casa. Ancorata, di solito, al tavolo da pranzo visto le lungaggini dei pranzi in terra di Puglia durante le feste natalizie. E quelle poche volte che l’istinto mi portava a scappare, il peso allo stomaco ha sempre fatto da detterente.

Questo però non ha mai fatto calare  un minimo di voglia di evasione “natalizia”. E allora ecco il compromesso perfetto: anticipare la fuga, e partire per l’Immacolata (che oltretutto quest’anno, cadendo di lunedì è un alibi di ferro per farsi tre giorni fuori città).

Così mi sono messa a cercare  mete e situazioni baby friendly e i mercatini che mi piacerebbe visitare  e sperando di farvi cosa utile, condivido. Magari troverete d’ispirazione anche voi questa mia lista di mete papabili.

  • La prima proposta è un giro in Austria, a Graz, cittadina dove, durante l’Avvento, i mercatini di Natale sono non uno, non due, ma ben tredici! Avete capito bene: sono 13, tutti diversi e tutti posizionati vicini all’interno del centro storico di Graz ( che è tanto bello da essere patrimonio mondiale dell’Umanità per Unesco!).In pratica tutto il cuore barocco di Graz è un’area pedonale dove, durante l’avvento, si passeggia tra un mercatino e l’altro in assoluta tranquillità.
    advent-christkindlmarkt-am-hauptplatz-2012-1
    Nella Hauptplatz, la piazza del municipio, dal 21 novembre al 24 dicembre c’è il mercatino più classico, dove trovare regali e chioschi gastronomici, ma anche un ricco programma musicale. Nello stesso periodo alla Mehlplatz, espongono artigiani del legno, della lana, del feltro, e nella Fäberplatz, pochi passi più in là, i banchetti dove acquistare decori e complementi per addobbare casa per Natale.Ci sono anche dei mercatini dedicati ai più piccoli, come quello della Kleine Neutorgasse ch dove potete fare un giro sulla grande ruota panoramica e deliziarvi tra i chioschi gastronomici a misura di baby. In più potrete ammirare il presepe di ghiaccio nel cortile della Landhaus o fare un salto al civico 23 della Sporgasse, dove dal 1 dicembre è aperto l’archivio delle canzoni natalizie (www.steirisches-volksliedwerk.at), dove si possono richiedere testi e melodie di tutte le canzoni natalizie del mondo.advent-eiskrippe-2012-2
    Per dormire a Graz,  ecco due proposte:
    L’Augartenhotel Art & Design**** (con 2 notti in camera doppia con la colazione, utilizzo dell’area wellness, connessione internet e garage e una visita della città a tema natalizio da 140 euro a persona);
    L’hotel Mariahilf*** (con 2 notti in camera doppia con la colazione, un biglietto di 24 ore per la funicolare dello Schlossberg, garage, connessione internet e una visita guidata dedicata al Natale in città da 99 euro a persona).
    Per scoprire tutti i pacchetti attivi nel periodo dell’avvento collegatevi al link http://www.graztourismus.at/avvento/it.

 

  • Sempre in Austria, in Carinzia, la bella e verdissima regione dei laghi e delle montagne, oltre ai mercatini e alle attrazioni a misura di bimbo, anche un po’ di relax per mamma e papà. L’Hotel Ronacher  è un albergo da 5 stelle superior con una delle più belle spa d’Europa, con 4.500 metri quadri di area wellness e una fonte termale di proprietà, circondato dal parco naturale del Nockberge. hotel ronacher
    Qui a parte l’ospitalità “stellata”, si può visitare il mercatino di Natale del Ronacher, ribattezzato il più bello della Carinzia, nel quale artisti e artigiani mettono in mostra le loro creazioni, mentre educatrici esperte coinvolgeranno ogni pomeriggio i più piccoli in una serie di attività ome quella di far volare, dai granai della zona, tanti palloncini con le loro letterine di Natale. E al ritorno in albergo, lo staff del Ronacher prepara di solito una tavola tradizionale con mandorle tostate, lo speciale tè con spezie orientali, cannella e cardamomo vin brulè e biscotti tipici.mercatini ronacher carinzia

 

  • In Italia, se volete andare sul sicuro, basterà scegliere tra le proposte di vacanza del consorzio Italy Family Hotels.  che offre avventure sulla neve, sport, corsi di sci, divertimenti e attenzioni per i più piccoli, il tutto mixato a strutture alberghiere che sono le più plasmate della penisola sui bisogni dei bambini.Tra le Dolomiti del Brenta, lAmbiez Suite Hotel, ad esempio, ha creato per i suoi piccoli ospiti un mondo di escursioni, giochi e fantasticherie sotto il sole dei “monti pallidi”. Il miniclub è aperto tutto il giorno e un magic bus porta gli aspiranti sciatori a lezione di sci.
    Dall’8 al 21 dicembre 2014, i bimbi fino a 8 anni non pagano! L’offerta  è dedicata a 2 adulti + un bimbo per una settimana in mezza pensione. E se si opta per i soggiorni brevi per visitare i  Mercatini di Natale, si resta 4 notti, ma se ne pagano 3, dormendo in Junior Suite  con mezza pensione.

 

  • Se non vi interessano i mercatini e non vi va di arrivare sino a Rovaniemi, residenza ufficiale di Babbo Natale al Polo Nord, basta andare sulla sua sponda trentina del Lago di Garda. Qui ogni inverno torna la Casa di Babbo Natale”,  all’interno della Rocca di Riva del Garda,  che dal 5 al 30 dicembre permetterà ai bambini, e non solo, di curiosare in tutte le stanze alla ricerca di Santa Klaus.
    Casa di Babbo Natale | Riva del Garda
    I bambini potranno  giocare nella sua Officina, scrivere una lettera dal suo Ufficio Postale e, infine, ascoltare i racconti dei suoi straordinari viaggi in tutto il mondo.
    Per quattro week-end (5-7 dicembre, 12-14 dicembre, 19-21 dicembre, 26-28 dicembre) potete poi approfittare dell’appuntamento con l’Accademia degli Elfi, un programma coinvolgente con una serie di attività in compagnia di Elfo, l’efficiente leader dei Folletti Operosi, per diventare elfo qualificato e per incontrare di persona Babbo Natale nella sua Casa in riva al lago di Garda.
    Casa di Babbo Natale Riva del Garda
    Per usufruirne basta prenotare un soggiorno attraverso il pacchetto vacanza proposto da Ingarda o presso gli alberghi (www.gardatrentino.it/inverno).

 

  • Nonostante tutto odiate il freddo?   Se non volete andare in Salento (sono di parte, ahahaha), potete volare a Malta, isola famosa per il clima mite, l’ottima cucina, le Spa rigeneranti dove si può anche respirare l’atmosfera natalizia coi canti a lume di candela nella Co-Cattedrale di S.Giovanni a La Valletta e i bellissimi Presepi costruiti dagli artigiani locali. Nel villaggio di Ghajnsielem nella vicina isola di Gozo poi danno vita a una perfetta riproduzione della Betlemme di 2000 anni fa, con circa 150 attori che mettono in scena una rappresentazione vivente del Presepe (5/8 dicembre – 3 notti da Roma e Milano a partire da 164 euro a persona con King Holidays ).Se cercate altre idee potete consultare il sito“dei mercatini”.

Dunque? Pronte a fare i bagagli?

 


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *