Shopping

Ci sono cose per cui mi entusiasmo all’istante.
Tipo la tecnologia.
Così, quando mi è arrivato l’oggetto di cui sto per parlarvi chiedendomi di testarlo, ero al settimo cielo.

COSA È?

Si chiama Oblumi Tapp ed è semplicemente un termometro, ma non un semplice termometro.
E scusate il gioco di parole.

OBLUMI, termometro infrarossi

Oblumi Tapp è un termomentro 2.0. Cioè un gadget che fa anche da termometro, oserei dire.

E’ uno strumento piccolo piccolo che trasforma lo smarthphone in un termometro a infrarossi e permette di misurare la temperatura corporea nell’orecchio o sulla fronte o misurare la temperatura di qualsiasi superficie/liquido.

Come il latte, ad esempio.

oblumi tapp liquidi termometro infrarossi
In tutto il periodo dell’allattamento ho cercato come il sacro Graal un termometro che mi permettesse di misurare la temperatura del latte artificiale senza comprare il classico termometro da cucina, modello spiedo da pollo e,  a parte l’esperienza da piccolo chimico con la preparazione del latte, che credo non sia stato mai alla giusta temperatura.

Per quanto riguarda gli stati febbrili de #IlRibelle,  da brava mamma del Sud invece non mi sono fatta mancare niente.

A casa abbiamo, nell’ordine: un termometro a mercurio (di quelli che non si usano più, lo so), tre mini termometrini digitali da portare anche in viaggio e uno di quelli a infrarossi gigante che si mette vicino all’orecchio. Perché non si sa mai, gli apparecchi di sto tipo, magari sbagliano.
Ma parliamo di Oblumi.
Oblumi è il frutto del lavoro di una giovane startup spagnola.

Vi arriva in una piccola scatola di cartone con all’interno il misuratore dotato di tappo adattatore per usarlo sulla fronte,  il libretto di istruzioni e una pratica custodia con all’interno delle mini salviettine.

oblumi tapp custodia termometro infrarossi

 

Come funziona?

  • Si inserisce questo “sensore” nel foro dello smarthphone dedicato generalmente alle cuffie: ha un jack che entra direttamente nel buchino.
  • Si scarica la App (disponibile iOS e Android compatibili) e si seguono le istruzioni sul display.
  • Se volete misurare la febbre basta pulire la testina con le apposite salviette o un panno umido e appoggiarla delicatamente sulle tempie facendo dei minuscoli cerchietti e in pochi secondi viene rilevata la temperatura che appare sullo schermo del telefono.
  • Se preferite misurare la temperatura dall’orecchio, si stacca la parte verde e Oblumi si fa più piccolo e conico per essere posizionato direttamente nell’orecchio.
  • Se volete misurare quella dei liquidi, come il latte, basta appoggiare il misuratore al biberon.

Tra le funzioni optional, selezionando l’opzione Oblumi Cloud, si possono persino condividere i dati dell’evoluzione della febbre del paziente con altri famigliari interessati, o magari col pediatra se ne avete uno particolarmente tecnologico.

In più l’applicazione vi ricorda anche quando e quanti medicinali prendere. Che per noi mamme, la memoria si sa, non è proprio il nostro forte.
Con #IlRibelle è ormai un gioco, quando devo misurargli la temperatura mi dice «Mamma prendi il teeefono!».
C’è da fare una precisazione.
N.B.Se usate abitualmente i termometri a infrarossi, sapete già che hanno un minimo margine di errore e che a volte la temperatura rilevata è sfasata di mezzo grado o poco più e che ci sono infinite variabili da considerare per un’esatta valutazione: che il bimbo non sia sudato, che l’orecchio sul quale state misurando non sia quello su cui ha dormito, etc. L’esattezza del termometro a mercurio (che tra l’altro è ormai un reperto storico) non te la dà nessun aggeggio elettronico e Oblumi in questo è simile a tutti gli altri termometri a infrarossi che ho testato ma, se vi ci abituate, saprete riconoscere eventuali errori che potrebbero sfasare i risultati e anche fare le giuste valutazioni.

Io ve lo consiglio davvero se vi piacciono le cose tecnologiche e utili.
Da qualche mese oltre al sito della casa produttrice OBLUMI potete acquistarlo anche su Amazon a circa 45,90 euro.


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.