Bua

Seggiolini auto: vi ho già detto più volte su BirbaMamme anche con toni poco aulici, come la penso.
E potete immaginare il mio entusiasmo quando mi hanno invitato a partecipare a un convegno sulla sicurezza stradale organizzato dai miei amici di cercaseggiolini.

Un convegno,  “Vai sul sicuro”,  ideato per promuovere una cultura della sicurezza dei bambini in auto, cultura che, a quanto pare, stenta a diffondersi in Italia.
Ne ho parlato dettagliatamente in un post su Quattroruote e su Di Lei con cifre, statistiche e dati istituzionali ma qui, che siamo “a casa mia” vorrei dirvi due cose da mamma.

baby car seggiolino seggiolino auto
Dal convegno è emerso che al Sud l’utilizzo del seggiolino auto è spesso un optional infatti dalle mie parti non è raro vedere auto con marmocchi urlanti sui sedili dietro o, peggio, accanto al guidatore.
E basta un attimo, un momento di distrazione perché succeda il peggio.
In un mondo perfetto i bambini dovrebbero avere seggiolini anche sui taxi, o sui pulmini con cui ogni giorno vanno in gita, o a scuola. Avere il massimo della sicurezza sempre.
Ma il problema è che c’è tanta, troppa strada da fare.
Perché se al Sud la gente se ne infischia delle regole e non pensa che non assicurare il figlio sul seggiolino sia gravissimo, non solo dal punto di vista di multe e sanzioni, la situazione non è così diversa al Nord.
Qualche settimana fa, dopo il convegno, all’uscita della materna ho visto il papà di un compagno del Ribelle ( 3 anni!) caricare nel furgoncino da lavoro il piccolo, davanti, senza cinture o blocco alcuno.
Ero tentata di avvicinarmi e dirgli qualcosa ma ovviamente non sono affari miei se uno non tiene alla salute del proprio figlio, no?
E invece credo che dovrebbe essere interesse di tutti preoccuparsi per il futuro dell’umanità, che poi sono loro, i bambini e quindi, a sti bambini, garantirglielo un futuro.

Cosa può fare ognuno di noi?

Proteggerli, nel miglior modo possibile. Il che significa, prima di tutto, informarsi.
Alla normativa attualmente in vigore sui “sistemi di ritenuta obbligatori” la R44/04 nel 2013 si è aggiunta la R129 che  riguarda i bambini dalla nascita sino ai 105 cm di altezza e vedrà la seconda fase di attuazione nel 2017 rivolgendosi ai bimbi da 100 a 150 cm .

La prima parte della normativa R129 i-Size impone ai produttori di seggiolini di offrire prodotti che consentano di trasportare il bambino in tutta sicurezza in direzione opposta al senso di marcia fino a 15 mesi di età. Per i bambini sino a 105 cm di altezza i seggiolini omologati secondo questa normativa devono avere
Nel 2017 la legge riformerà le norme riguardanti i seggiolini per i bimbi dai 100 cm e fino ai 150 cm ( in ITALIA fino a 150 cm il seggiolino è OBBLIGATORIO).
Dall’estate 2017 entrerà in vigore la seconda parte di questa normativa: non si prevede più l’obbligatorietà del sistema ISOFIX per bambini da 100 a 150 cm. I bambini più grandi potranno dunque viaggiare con o senza questa modalità di installazione dei seggiolini ma non sarà più possibile utilizzare i semplici rialzi sino a 125 cm di altezza:  i seggiolini dovranno avere lo schienale perché solo così garantiscono un miglior posizionamento della cintura sulle spalle e una maggiore protezione in caso d’impatto laterale.

Lo so che è un gran casino ma prendo in prestito dal sito di Cercaseggiolini la loro infografica che magari rende le cose più chiare:

aggiornamenti-normative-2017-utilizzo-seggiolini-auto-rialzi-booster-per-bambini-cercaseggiolini
Detto questo, fino all’estate 2017 in cui verrà attuata la seconda parte della R129 ci sono piccoli accorgimenti che renderanno più sicuro vostro figlio in auto:

    1. Posizionate i seggiolini sui sedili posteriori e in senso contrario a quello di marcia quanto più a lungo possibile (i rischi si riducono notevolmente!)
    2. Regolate bene gli spallacci e le chiusure. Metterlo sul seggiolino senza legarlo non serve a niente.
    3. Nel dubbio sull’acquisto, chiedete ai negozi specializzati una consulenza.
    4. Non lasciatevi mai convincere da nessuno e intendo mamme, nonni, zie, sorelle, parenti e affini a NON assicurare  il bimbo in auto: solo il seggiolino riduce i rischi di morte a seguito di un impatto anche lieve. Siete voi a decidere della vita di vostro figlio!

Guardatevi questo video, se non l’avete ancora fatto, e tenetelo in mente ogni volta che entrate in auto con i vostri figli. Loro non possono decidere della loro sicurezza ma noi non possiamo farli morire per la nostra ignoranza o pressapochismo.

 


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.