Usciamo

Come faceva la canzone di Edoardo Vianello, ricordate?
“Per quest’anno non cambiare, stessa spiaggia stesso mare… ”
Quella è sempre stata per me “la vacanza perfetta”.
Quel ritornello l’ho preso alla lettera per oltre 40 anni, tornando a fare le vacanze sempre a casa, in Salento. La mia pigrizia ha fatto il resto.

Poi è arrivato un piccolo esserino a sconvolgere gli equilibri perché, dall’arrivo de #IlRibelle, anche il mio mare mi è sembrato diverso.

E se in passato la vacanza che volevo era di libertà, intesa come libertà di far tardi o tornare all’alba, di stare tutta la giornata al mare o in barca, di non avere regole, oggi la libertà che voglio è quella di godermi la vacanza, con il minor sforzo possibile.

Ecco perché ho prenotato, di nuovo, in Riviera Romagnola e stavolta mi sono portata dietro pure i riottosi nonni del Sud che, per smuoversi, necessitano generalmente delle cannonate.

E cannonate sono state: come fare a dire di no al comodo treno FrecciaRossa che ti porta direttamente a Rimini? Da Rimini col locale arrivi a Misano in pochi minuti e praticamente dalla stazione raggiungi l’albergo a piedi.
Come rinunciare a un albergo nuovo di pacca (vabbè ristrutturato) con camere vicine dotate di balcone vista mare? Con la possibilità per il piccolo Ribelle di muoversi autonomamente da una camera all’altra?
E avere pranzo e cena a un ristorante che definire ottimo è un eufemismo?

E infatti  siamo riusciti a stupire gli scettici nonni del Sud che dal loro mare bellissimo non volevano muoversi.

Ma, mi duole ammetterlo, in Riviera la vacanza è davvero tale anche se il mare non è quello incontaminato e trasparente del Salento e la sabbia non è quella sottile e finissima delle Maldive pugliesi. Dettagli che paradossalmente, non ti interessano pur facendo una vacanza al mare.

sereno

Ogni cm di costa della Riviera Romagnola è infatti strutturato per renderti il soggiorno piacevole e rilassato.
Dai giochi sulla spiaggia all’animazione per ogni età, dai campi di bocce adorati dagli anziani, a quelli di beach per gli adolescenti, ai tappeti elastici amati dai baby. Dalla kizomba al liscio, alle danze di gruppo in riva al mare anche i ballerini sono soddisfatti.
spiaggia, people, riviera romagnola
I bagnini sono sempre cordiali, attenti e premurosi.
I gestori degli stabilimenti balneari sembrano dei geni della lampada, sempre pronti ad esaudire anche le richieste più folli dei bagnanti.

Quest’anno poi, anche #IlPeloso ha avuto l’onore di prendere parte attiva alla vacanza. C’era infatti un’area dove quattrozampe e famiglie potevano soggiornare INSIEME, liberamente.
cane in spiaggia, riviera romagnola
E praticamente era nello stesso lido convenzionato col nostro albergo, l’Hotel Misano, a Misano. Che fantasia eh?

Ve lo segnalo perché merita soprattutto se cercate un FAMILY HOTEL che sia davvero family friendly.

hotel
Abbiamo scelto l’albergo in pensione completa perché non volevamo rotture di scatole e c’è costato in 4 adulti, un bimbo e mezzo cane, meno di una borsetta griffata.
Praticamente se io dovessi morire, vorrei farlo dopo una settimana così, viziata e coccolata.
Simone, il gestore, è stato subito super cordiale al telefono, quando stavo prenotando, e ha fugato ogni mio dubbio su collocazione, alimentazione per celiaci, sistemazione de #IlPeloso.

L’albergo è stato recentemente ristrutturato, non ha camere enormi ma sono tutte luminose e super pulite, dotate di tutti i confort, compresi lettini con spondine o cullette se avete bimbi. L’attenzione per i piccoli poi è ovunque, dalla posateria dedicata al menù più easy per i bimbi.

Due anni fa ero stata a Misano Brasile e il Bagno Calypso ce l’ho ancora nel cuore, pensavo di rimpiangerlo ma quest’anno, coi nonni, la scelta di Misano centro è stata strategica.

Il tempo infatti non ci è stato particolarmente favorevole: è piovuto 2 giorni su 4.

Ma vi assicuro che anche la pioggia, in Riviera, la trasformano in opportunità.

Nonostante il clima avverso nonna e nonno infatti sono andati a spasso per i tanti negozietti del centro, noi abbiamo fatto il bagno nella piscina (nuovissima creata dalla Cooperativa dei bagnini e situata tra i bagni 29 e 30. Vi si accede pagando 3 euro a persona) e col risciò, coperto, ci siamo concessi una gitarella sino a Riccione.piscina, bambino

Poi  quando proprio la pioggia era insistente, ci siamo rifugiati nelle infinite sale giochi dove #ilRibelle è letteralmente impazzito.
Sale giochi, gonfiabili che a volte sembrano veri e propri lunapark, pista dei gokart sono optional che salvano la vita dei genitori e rendono indimenticabile il soggiorno dei bimbi.
divertimenti riviera

E c’è anche la gelateria col gelato fai da te, si chiama Titto,dove i bimbi possono scegliere e confezionarsi il loro gelato abbassando una manovella (il mitico Carpigiani) e guarnirlo con ogni delizia. Che per un bambino è come consegnargli la chiave del paradiso.

Per me è stata la vacanza perfettissima, come dice il mio edicolante.

E aggiungo che in hotel, dove avevo avvisato che ero celiaca, mi hanno preparato, ogni sacrosanto giorno, dal primo al secondo, al dolce gluten free, in porzioni XL.
Praticamente ciaoproprio.

cuore, sabbia, conchiglie

Conclusione: sono tornata pesante, ma non solo di Kg.
Sono tornata piena di amore e gratitudine per questa regione così accogliente che mi ha permesso di vivere in serenità 4 giorni con la mia famiglia, fuori dal mondo.

E i nonni stanno già pensando di replicare l’anno prossimo. Alè!


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *