Senza categoria

L’epifania tutte le feste si porta via.

E come si fa a essere felici dopo un’affermazione del genere?

Finito il tempo di bagordi, “pranzi e peace and love”, il 6 gennaio si abbassa la saracinesca e si ritorna a fare le persone normali. Cioè si inizia l’anno davvero. Mica come il 1 gennaio che si fanno i buoni propositi tanto per dire qualcosa. E’ dopo la Befana che ci si deve rimboccare le maniche e … ok, ora si fa sul serio.

Io quest’anno mi sono presa qualche giorno per riflettere, visto che negli anni passati i miei buoni propositi sono evaporati all’alba del 2 gennaio, ho cercato il modo per renderli più realizzabili. Mi sono documentata in rete  su tutti i metodi suggeriti dai vari guru e ho deciso di usare una mia personale strategia che condividerò con voi.

giostra

1 – Stilate una lista di cose da fare per ottenere ciò che vorreste
Io ho scritto 100 piccole cose che vorrei realizzare per raggiungere i miei obiettivi.
Provate a scrivere 100 cose che vi piacerebbe fare e ottenere, 100 piccole porzioni che serviranno a concretizzare un obiettivo più grande e vedrete che non è facile già pensarle, poi metterle per iscritto, figuriamoci ottenerle. Piccole cose eh! Non “Farò la dieta” ma “perderò tre chili entro marzo”, non farò tanti viaggi ma “andrò a Santo Domingo a febbraio (per dire…).

2- Mettete nero su bianco (non al computer, scriveteli su un vostro quadernetto).
Pare che scrivere aiuti a focalizzare gli obiettivi e a tenerli bene a mente. E poi, la possibilità di depennare da questa “to do list” le cose che si realizzano è un ottimo stimolo.

3- Siate grati e sarete felici (dicono)
Tra i miei obiettivi 2016 vi è quello di essere felice, che novità eh? Ma a me basterebbe già imparare a lagnarmi meno di non esserlo. Ma cosa vuol dire davvero essere felice? La felicità non è forse fatta di piccole cose?
Ed ecco perché ho deciso di partecipare a un singolare progetto che si chiama 100 giorni di felicità. Trovate tutto a questo link http://100happydays.com/it/. E’ una roba non recentissima ma che da qualche anno miete molti fans.
In pratica si tratta di scattare una foto di una cosa al giorno che ti rende felice, ogni giorno per 100 giorni. Un ottimo allenamento per trovare ogni giorno qualcosa di cui essere felice ed essere grati. A me sembra una buon a idea e un’ottima sfida visto che la maggiorparte delle persone non riesce a portare a termine il contest. Io ho deciso di iniziare oggi, 6 gennaio  e vorrei condividere con voi questa sfida. Se voi non siete amanti delle foto, il concetto è simile al “vaso della gratitudine” ossia un contenitore in cui ogni sera inserire un foglietto di carta dove si dovrebbe scrivere cosa ci ha reso felice quel giorno. Sono tutti esercizi per imparare a godere delle piccole cose, per allenarsi alla felicità insomma e, pare, che l’allenamento funzioni.

Che dite, vi piacciono questi buoni propositi? Ci proviamo? Ah, buona befana a tutte!!!


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.