Usciamo

Vi avevo detto che sarei andata all’evento #sharetheroad #spazioaibambini organizzato da DirectLine per insegnare ai bambini l’educazione stradale, vero?

#sharetheroad

#sharetheroad

Ora vi racconto come è andata perché è un evento itinerante e magari vi viene voglia di partecipare alle prossime tappe in giro per l’Italia.

Sabato scorso era una giornata uggiosa, una di quelle che se sei a casa coi bambini diventi matta ma uscire è sempre un dramma perché non sai dove andare per paura che diluvi da un momento all’altro. E a Milano capita, spesso.

Quelli di Direct Line però, quando mi avevano invitato mi avevano assicurato lo spazio al coperto.
Un parco giochi al coperto? Già.
E così ci siamo salvati la mattinata. Che fosse stato per il #Ribelle sarebbe stata l’intera giornata perché una volta arrivato non voleva più andar via.

Lo spazio non era enorme e quando siamo arrivati c’erano già un sacco di bimbi ma, per fortuna, non ci sono state scene isteriche per la serie, “questo è mioooo” con conseguenti pianti disperati per salire sulle giostre e via dicendo.

Il #Ribelle ha scelto da subito “la sua attrazione” preferita e, tipo satellite, vi ha roteato intorno per quasi tutta la mattina. Indovinate un po’? Una “brumma”. Precisamente la “Brumma come quella della nonna Mei!”.
Ossia una Fiat Cinquecento che, in questo caso, era bianca e poteva essere usata come lavagna, immaginatevi il divertimento! (ndr: Mia madre, la nonna Mei,  ha una Cinquecento rossa).

il #Ribelle alle prese con "l'auto lavagna"

il #Ribelle alle prese con “l’auto lavagna”

Armato di colori ha perimetrato tutta la “brumma” con i suoi geroglifici. Il suo unico cruccio era non poterci salire a bordo e guidarla.
Ma abbiamo rimediato con un’altra attrazione, quella sì, molto gettonata insieme allo scivolo fatto con materiali di riciclo: una specie di postazione “piloti” con un volante, una bicicletta e una moto da far guidare ai piccoli.
Tra un palloncino e un giro in altalena e un drago di copertoni, siamo poi finiti a fare il corso vero e proprio.

evento direct line collage

A dire il vero #Ribelle ha seguito in differita: cioè, mentre i più grandicelli rispondevano alle domande e ascoltavano le indicazioni sul codice della strada dagli stewart della DirectLine, lui giocava con macchinine di legno, strisce e semafori finti. Comunque  alla fine ci siamo anche conquistati un diploma.

Insomma, ne è valsa la pena: io ero senza BirbaPapà e quella mattina il #Ribelle era più indisciplinato del solito, invece con queste attrazioni si è divertito, stancato – ha poi dormito tre ore di fila nel pomeriggio! – e ha anche imparato un sacco di cose. Perciò, se siete a Genova il prossimo weekend, approfittatene perché il parco gioco sarà allestito nel porto antico (Piazzale Medraccio), sabato 20 e domenica 21 dalle 10 alle 18.30.


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.