Coach

Gratitudine. Questo post non era previsto ed è un po’ lunghetto ma c’è sempre un motivo per dire un grazie e questo è dedicato anche a voi.

Qualche giorno fa ho deciso di iscrivermi al corso sulla gratitudine di Assunta Corbo autrice anche di un bellissimo blog, That’s Good News.

Assunta la conosco da una decina d’anni, è una collega che ho sempre stimato e che da qualche anno ha affiancato alla sua carriera prettamente giornalistica un percorso evolutivo personale. Lei insegna la gratitudine. E su questa sua passione cha scritto anche un libro Dire, Fare, Ringraziare, proprio dedicato alla gratitudine. Assunta mi ha spedito il suo libro e l’ho letto questa estate mentre ero in vacanza.  L’ho trovato interessante ma non ero ancora convinta di voler iniziare, anche io, ad avere un diario della gratitudine.
Ero ancora troppo centrata su ciò che mi mancava e non su ciò di cui sono ricca, per poter capire il significato di “ringraziare”.

Poi qualche settimana fa ho letto su Facebook che avrebbe tenuto un corso on line sulla gratitudine e anche se non ero convinta mi ci sono iscritta.

Il corso è iniziato oggi. Ma…

gratitudine, heart

Avete presente la stradina disseminata di ciottoli che sembrano indicarvi una direzione? Le famose coincidenze che io non reputo altro che “segnali”?
Lo scorso weekend sono capitata per caso a un forum sull’empowerment al femminile, dedicato alla riscoperta del valore e del potenziale femminile. Un caso. Eppure sono uscita da lì con un sacco di spunti creativi per riflettere su quelle domande che ogni tanto mi tediano la mente: chi sono, cosa voglio, dove sto andando. Vi parlerò in altri post degli argomenti che mi hanno davvero coinvolta e dei vari speech ma in tutti, posso anticiparvelo, c’era stranamente sempre un commento o una slide con un comun denominatore: siate grati!

Che non è il semplice dire grazie ma accogliere la propria vita e guardarne i lati positivi che ci sono. E ci sono sempre, anche nei momenti di maggiore sconforto.

Il potersi svegliare ogni mattina, come diceva il monaco benedettino David Steindl-Rast  è uno dei più forti motivi per cui essere grati. Osservare il cielo che, in ogni momento, è uno spettacolo unico e irripetibile… ecco un altro motivo per cui essere grati ogni giorno.

Lo so che sembrano belle parole e basta. Ma guardate questo video e poi, se ne avete voglia, continuate a leggere.

N.B. Per i sottotitoli in italiano cliccate sull’icona a forma di quadratino in basso a destra nel video.
Ieri un amico ha perso la sua compagna di vita, stroncata da un brutto male. E’ rimasto solo con una bimba piccola.

Ieri, la figlia di 10 mesi di un altro mio amico d’infanzia è volata in cielo affetta da una malattia genetica incurabile.

Stamane, un mio amico mi ha raccontato che il suo vicino di casa, 40 anni, padre di 4 figli, è morto per un infarto.

Sono sassolini. Oppure macigni?
Dopo queste notizie ti viene solo voglia di metterti in ginocchio e ringraziare Dio, o chiunque sia lassù, per ogni istante che ti permette di vivere sulla terra.
Ma non devono per forza accadere degli eventi tragici, come la morte, per capire certe cose, questo è il punto.

Non voglio tediarvi con le mie riflessioni ma coinvolgervi in questo viaggio che ho intrapreso grazie ad Assunta.

Una delle azioni con cui ho dovuto iniziare il corso, nel weekend,  è stata elencare 100 cose per cui sono grata.
Non è stato facile, ma quando mi sono bloccata mi p venuto naturale coinvolgere  mio figlio. Sì, il treenne #ilRibelle al quale ho chiesto:
«Amore mi dici 10 cose belle che ti sono successe oggi?»

E lui, con la sua innocenza e spontaneità è riuscito subito a elencarmi dieci cose “belle” della nostra vita, dieci meravigliose cose per cui dire grazie, da aggiungerle alle altre novanta.
La prima cosa che mi ha detto?

«Sono felice perché sono con la mia mamma».

Io mi sono sciolta e ho capito che avevo fatto la scelta giusta a iniziare questo percorso, perché avere la possibilità di avere un figlio vicino, o una madre accanto, sembrano cose scontate ma non lo sono.

Voi che leggete siete fra le 100 cose per cui sono grata, ho già scritto sul blog vari GRAZIE perché grazie alle vostre condivisioni e al vostro entusiasmo, ogni giorno, ho voglia di scrivere. Questo blog si alimenta grazie a voi e spero avrete piacere di accompagnarmi in questo viaggio che, magari, servirà a renderci tutti un pochino migliori e più felici.

 


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.