Coach

Cerimonie religiose in vista? Che sia una cresima, una comunione o un battesimo,  niente panico.
Lo sappiamo tutte che, dopo (o prima?) della domanda :”Cosa regalo?”, il dubbio è sempre lo stesso: come mi vesto?

Ne avevamo già parlato con la nostra coach (leggetevi il post: Comunione come mi vesto) ma ripassare qualche dritta può essere sempre utile e io mi sono divertita a preparare degli outfit per “ispirarvi” e stilare in tono ironico 5 regole che  vi permetteranno di non far brutta figura e vi faranno uscire dall’impasse!

N.B. Cliccando sulle immagini potrete accedere direttamente ai siti per acquistar i capi on line.

    1. Moderazione

      Anche se siete la madre del festeggiato, e ancor più se non lo siete, ricordate che less is more, o per dirla in milanese, state schisce. Mi spiego meglio:  che sia una comunione, una cresima o un battesimo generalmente sono cerimonie che si svolgono di giorno, quindi la regola è di non esagerare con abiti, accessori, trucco, parrucco e scarpe. E ricordatevi che è pur sempre una cerimonia religiosa e non siete voi la protagonista.
      Per intenderci è come se andaste a un matrimonio e voleste essere più figa della sposa. E sì, lo so che molte donne lo fanno ma… non è carino, nemmeno se il protagonista dell’evento è un neonato.
      Se proprio volete farvi notare, piuttosto puntate su un accessorio particolare.

      pantaloni vari
    2. Lunghezze

      Mini, midi o maxi? Abiti o gonne troppo corti non sono  mai chic, a meno che non siate Kate Moss e vogliate una copertina su Vogue. Meglio una lunghezza sopra il ginocchio, o un abito midi che snellisce pure. Se amate gli abiti lunghi,  scegliete un tessuto non troppo prezioso: rasi, tulle, pizzo sono da evitare, meglio una seta leggera o una mussola in fantasia per sdrammatizzare l’effetto serata danzante,  da indossare rigorosamente con un sandalo extra flat.
      Anche i pantaloni vanno bene, ma no a leggings attillati e strappi strategici.
      Sì alle tute che ormai sono state sdoganate anche per le cerimonie più eleganti e che in più affinano la figura.dress chiffon

    3.  Colori

      Sì alle tinte pastello che sono uno dei trend dell’anno, meglio evitare il total black, o total white. Se proprio volete indossare il classico tubino nero, aggiungeteci accessori a contrasto che sdrammatizzino. Se amate le fantasie, siete libere di indossarle. Ma occhio all’effetto patchwork che è difficile definire “elegante”. Un consiglio per non sbagliare fantasia? Puntate sul black and white, l’optical è sempre una garanzia.B&W

    4.  Scarpe e borse

      Tacco? Zeppa? Sandalo? Borsa, pochette, clutch? Mi devo ripetere: basta non esagerare. Le borse gioiello sarebbe meglio tenerle a casa per momenti più appropriati. I sandali invece vanno benissimo se sono “gioiello” , meglio se flat. Tacco o zeppa?  Diciamo che se non siete abituate a muovervi sui tacchi, la via crucis lasciatela fare ad altri e mettete pure le zeppe, ma  ahimè,  tocca dirlo: i tacchi sono sempre più eleganti di zeppe e platform. 

      jumpsuit
    5. Trucco e parrucco

      Ho visto madri, madrine e zie agghindate che manco alla Scala. Se abitualmente vi truccate tanto, fatelo anche quel giorno, non rinunciate al vostro stile ma se siete quelle di “un po’ di mascara e giusto il lucidalabbra”, il make up effetto Hollywood, anche no. Ah, vi lancio un altro spunto: nude is the new black. E la regola vale per abbigliamento, scarpe, make up.
      Non dite che non vi avevo avvisate!

      Nude is the new black

       

       

       

       

       

       


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.