Usciamo

Ve l’ho già detto che io adoro il Carnevale? Forse sì, ma non posso fare a meno di ripeterlo.
A me Carnevale piace perché, almeno per un giorno, puoi fingere di essere quello che non sei e vorresti essere.
Forse è per quello che non mi sono mai vestita da damina o fatina ma da Cleopatra o Salomè (subisco il fascino della seduttrice/dominatrice?).
Detto questo, non voglio divagare ma semplicemente ricordarvi di assecondare i vostri piccoli e divertirvi a trasformarli nei loro eroi o sogni almeno per queste giornate di festa.
Se siete a corto di idee rapide su come vestirli, leggetevi il mio post sui tutorial dei costumi trovati in rete o quello dell’anno scorso.
E se poi volete fare una cosa fatta bene, portateli a uno dei Carnevali d’Italia più famosi. Ne ho selezionati 6 per voi, assolutamente da non perdere.

Photo courtesy oh Nunzia Cillo ww.entrophia.it

Photo courtesy oh Nunzia Cillo www.entrophia.it

  1. Al primo posto ovviamente il Carnevale di Venezia, il più famoso d’Italia e fra i più apprezzati nel mondo.
    Le maschere colorano piazza San Marco, ma si spingono lungo vicoli, ponti, campi e calli dove il romanticismo sembra addirittura respirarsi nell’aria. Qui trionfano dame e cavalieri, principi e cortigiane con costumi sfarzosi e preziosi ma anche maschere fantastiche e insolite assolutamente da vedere. Forse non è il posto giusto se avete marmocchi molto piccoli perché Venezia nei giorni del Carnevale si riempie a dismisura e anche muoversi per le calli col passeggino non è facile ma se non ci siete mai stati, andateci almeno una volta nella vita. E’ davvero da non perdere. Ultimo giorno utile quest’anno è il 9 febbraio:  lo Svolo del Leon chiuderà gli eventi del Martedì Grasso.
    carnevale di viareggio
  2. Di tutt’altro genere il Carnevale di Viareggio, che si caratterizza per i tanti carri allegorici realizzati dai mastri cartapestai che di solito ironizzano sulla politica o sui fatti di costume del nostro bel Paese.  La scuola di mastri conta sulla presenza di 25 ditte ed un numero di operai che va oltre le mille presenze, un team che lavora per mesi alacremente per predisporre una sorta di teatro in movimento. Colorato e divertente impressionerà, stavolta anche i piccoletti che resteranno estasiati dai carri enormi. Simbolo del Carnevale di Viareggio è la maschera di Burlamacco, che caratterizzerà con la sua presenza il momento clou ovvero la sfilata del Corso Mascherato, una vera e propria gara che vede un testa a testa fra i carri allegorici più spettacolari, fra i quali la giuria decreta il vincitore. Le date da segnare sul calendario per ammirare dal vivo i carri allegorici del Carnevale di Viareggio 2016 sono il  7, 14, 21 e 28 febbraio 2016.Carnevale di Fano
  3. Il carnevale più antico d’Italia è quello di Fano, conosciuto anche come il carnevale del ‘Getto’ ovvero il lancio di dolciumi sulla folla: durante le sfilate dei carri allegorici infatti arrivano a pioggia quintali di caramelle e cioccolatini sul pubblico. Maschera tipica dell’evento è il pupo “Vulon”, mentre fra gli eventi di spicco troviamo il concerto della banda “Musica Arabita”, e la sfilata dei Grandi Corsi Mascherati. Se decidete di rimanere da quelle parti e fare qualche giorno al mare, fatevi un giro sul sito Cattolica.info.carnevale di cento
  4. Se siete in emilia Romagna, non perdetevi il Carnevale di Cento,  gemellato con il Carnevale più bello del Mondo, ossia quello di Rio de Janeiro. Ogni domenica di carnevale dal 31 gennaio al 28 febbraio, dalle ore nella piazza del paese medievale, sarà un tripudio di maschere, colori,animazione, musica e balli. I festeggiamenti  si concluderanno  il 28 febbraio con la proclamazione e premiazione del carro vincitore, il tradizionale testamento e rogo di Tasi, maschera tradizionale centese e il suggestivo spettacolo piromusicale Caratteristica dell’evento è la presenza di carri allegorici davvero giganteschi, di oltre  20 metri di altezza.foto-carnevale-di-putignano-2016-3
  5. In Puglia, il più famoso dei carnevali è quello di Putignano e la sua la “Fabbrica dei Giganti di Carta”.
    NB: Il Carnevale di Putignano ha origini molto lontane per questo viene considerato il più antico d’Europa. 
    La maschera ufficiale è quella del Farinella, che si aggira per le strade già a partire dal primo appuntamento, che apre l’evento, ovvero il Giovedì dei Monsignori, seguito a ruota da quello dei Preti, delle Monache, delle Vedove, dei Pazzi, delle Moglie, in chiusura, l’ironico Giovedì dei Cornuti insomma, sc egliete voi a quale categoria, ehm, sfilata non volete proprio mancare. Al termine dei festeggiamenti, martedì 9 febbraio alle 21 suonerà la Campana dei Maccheroni, e i suoi 365 rintocchi ribadiranno l’inizio della Quaresima. Se volete il programma completo, leggete qui.carnevale di gallipoli
  6. Infine non potevo non menzionare anche il mio carnevale preferito, quello che ha riempito il mio album di ricordi quando ero piccola, ossia il Carnevale di Gallipoli che, non ha nulla da invidiare ai carnevali più famosi d’Italia. Quest’anno il tema sono le musiche dal mondo che animeranno i carri e i festeggiamenti. La data ultima è il 9 febbraio quando artisti, acrobati, giocolieri e giochi di luce attenderanno i 12 rintocchi del Campanone della Chiesa di san Francesco che decretavano e decreteranno la fine del Carnevale e la chiave della città verrà riconsegnata alla Confraternita di Santa Maria della Purità, che la custodirà fino al Carnevale successivo.

NB. Le foto nell’articolo si riferiscono quasi tutte ad edizioni passate dei carnevali.


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.