Usciamo

Dunque dunque,

lo sapete che oggi si festeggia il capodanno cinese e si entra ufficialmente nell’anno della capra? Eccovi qualche curiosità.
Gli anni importanti per l’astrologia cinese sono caratterizzati dal susseguirsi di 12 animali. E la capra pare sia il segno della creatività e della spinta emotiva. E andiamo!

A Milano il capodanno lunare, o festa di primavera, una delle feste più importanti per il popolo cinese, si festeggerà per l’esattezza domenica 22 nella zona di China Town, ossia via Paolo Sarpi e viette limitrofe che, in tutta franchezza è una delle mie preferite.
Un po’ perché da quando l’hanno risistemata e resa pedonale è davvero un piacere passeggiarvi, un po’ perché io amo tutte le cose inutili e colorate che si inventano quelle piccole manine gialle per cui non riesco a non spendere soldi in cavolate di ogni genere ogni volta che sono da quelle parti.

bill
Per i cinesi è una festa importantissima e ci perdono un sacco di tempo per prepararla. Un po’ come il nostro capodanno del resto. Una delle cose particolari è che tirano a lucido le case per accogliere il nuovo anno “puliti e ordinati”. Il gesto di pulire la casa ha il significato simbolico di spazzare via la sfortuna e le sfighe dell’anno passato e preparare la casa per l’arrivo della fortuna in quello nuovo (per questo motivo, spesso ci si astiene dallo spolverare nei giorni immediatamente successivi il Capodanno, per non rischiare di eliminare la fortuna).

Photo courtesy of Julie Kertesz

Photo courtesy of Julie Kertesz

Tradizionale è la mega cena la sera della vigilia (mai senza pesce!)per salutare l’anno vecchio e dare il benvenuto al nuovo, riunendo tutta la famiglia.
Anche per questo, in Cina (ma alcune aziende cinesi anche in Italia) molte fabbriche chiudono in prossimità del capodanno, per permettere alle persone di tornare a casa dai propri cari. Sono come i terroni, che vi devo dire? Io li capisco.

Anche perché il primo giorno dell’anno nuovo è dedicato allo scambio di visite tra parenti e amici, e soprattutto genitori e nonni.
Tra le varie tradizioni c’è quella di scambiarsi delle piccole buste rosse contenenti denaro, i cinesi amano questo colore, simbolo di vitalità, gioia e fortuna. Nelle buste che si danno  ai bambini, il denaro viene sostituito da monete di cioccolata.
Un po’ come la nostra calza della Befana.
Ma mi raccomando:il numero di monete contenuto nelle buste deve essere sempre pari, perché i numeri dispari vengono associati con i soldi che si danno ai funerali.
Inoltre in Cina il numero 4 è considerato di malaugurio, perchè ha un’assonanza con la parola “morte”, quindi le buste non contengono mai monete in numero di quattro o multipli; fatta eccezione per il numero 8 che invece è di buon auspicio.

Occhio perciò a fare bene i calcoli, si sa, che i cinesi sono molto superstiziosi.

Photo courtesy of Ivan Bandura

Photo courtesy of Ivan Bandura

Il rosso è il protagonista della festa e  delle spettacolari lanterne, fatte di carta di riso, che vengono appese fuori da ogni porta e che poi vengono staccate nel quindicesimo giorno dei festeggiamenti e portate in giro per le strade durante la Festa delle Lanterne (che chiude i festeggiamenti per il capodanno).
A mezzanotte vengono sparati grandi fuochi d’artificio non solo per puro divertimento ma anche per allontanare gli spiriti cattivi e i demoni e richiamare gli spiriti buoni.

Se siete a Milano, non perdetevi la colorata parata con draghi, leoni e serpenti e figuranti in abiti della tradizione cinese che inizierà domenica 22 alle 14.30 e si snoderà per Paolo Sarpi.
Per il programma completo non solo di Milano ma dei festeggiamenti in tutta Italia, potete fare riferimento al sito di Associna.
Ah, non dimenticatevi di vestirvi di rosso. Porta bene a loro e anche a noi.


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *