Bua

Il BirbaPapà da qualche giorno è alle prese con la sua solita “Rinite Allergica”, a volte chiamata anche “raffreddore da fieno” ossia un’ infiammazione acuta delle alte vie respiratorie causate da un’eccessiva reazione del sistema immunitario a un antigene – elemento esterno al corpo che determina una sua reazione di difesa.

I sintomi? Starnuti, naso che cola, congestione agli occhi, prurito, lacrimazione…

Ci ricasca ogni anno e ogni anno si imbottisce di antistaminici.
Per ora il Ribelle ne è esente ma so che anche molti bambini sono affetti da questa allergia.

Perciò, sperando di essere utile, ho chiesto aiuto alla nostra natural coach per capire se ci sono dei rimedi naturali. Ed ecco cosa mi ha risposto Sonia Cabiaglia.

L’allergia in generale è una manifestazione di ipereattività del sistema immunitario che coinvolge l’intera capacità di adattamento della persona ma si può provare una terapia di riequilibrio  naturale  lavorando su più fronti.

ALIMENTAZIONE

2

Da evitare  tutti i cibi che scatenano una maggiore risposta infiammatoria:

  • FARINE RAFFINATE
  • ZUCCHERO
  • CAFFEINA
  • ALCOLICI
  • CIOCCOLATO
  • PRODOTTI INDUSTRIALI con ADDITIVI (leggi merendine varie)

rinite allergica cibi amici

Si invece agli alimenti ricchi di sostanze antinfiammatorie come

  • LEGUMI
  • VERDURE
  • ZENZERO
  • OLIO di SEMI di LINO

    RIMEDI FITOTERAPICI

In fase acuta i fitoterapici d’elezione sono EUFRASIA TM e RIBES NERO MG.

Eufrasia TM (tintura madre) è una pianta oftalmica per eccellenza che decongestiona le mucose infiammate di occhi, naso e gola. Si può utilizzare in pediatria dai 3 anni in poi, somministrando tante piccole dosi nell’arco della giornata. Le dosi si calcolano in questo modo: 2 gocce del rimedio per ogni kg del bambino – il totale delle gocce va distribuito in 4-5 assunzioni nell’arco della giornata. Ogni volta le gocce vanno diluite in due dita d’acqua o sciolte in un cucchiaino di miele da succhiare lentamente.

In caso di fastidio alla gola sono ottimi i gargarismi prima di deglutire, mentre per decongestionare gli occhi infiammati possono essere utili gli impacchi palpebrali diluendo il rimedio al 10% in acqua o ancora meglio in soluzione fisiologica abbinato a CAMOMILLA TM, stesse quantità: 2 gocce di Eufrasia TM e 2 gocce di Camomilla TM diluite in 1 ml di soluzione fisiologica o acqua naturale.

Ribes Nero MG (gemmoderivato) può sostituire eventuali cortisonici, perchè stimola l’attività surrenalica.Va assunto entro le h 15 e al mattino. Calcolando sempre 2 gocce per kg del bimbo, da prendere 2-4 volte al giorno.

OLIGOELEMENTI

Se la crisi si aggrava sfociando in un attacco d’asma, oltre al Ribes nero Mg si può utilizzare Viburno MG che aiuta a riequilibrare il ritmo respiratorio (sempre 2 gocce per kg) alternato a Fosforo oligoelemento* per contenere il broncospasmo.

 

  • gli oligoelementi sono rimedi molto maneggevoli, ideali da utilizzare in pediatria per contenere i sintomi e evitare complicanze: i dosaggi sono tra i 0 e 3 mesi da 2 a 10 gocce, dai 3 mesi allo svezzamento si somministra un terzo di fiale, fino ai 5-6 anni 1 fiala, dai 6 anni in su 1 fiala come nell’adulto. si può mettere il contenuto della fiala in una siringa senza ago e spruzzarla direttamente sotto al palato del bambino, lontano dalla poppata – cibo, somministrandola più volte nell’arco della giornata.

MASSAGGI

Con gli OLI ESSENZIALI si può fare un massaggio aromatico unendo l’Olio di Mandorle Dolci con 20 gocce di olio essenziale di Ravintsara (balsamico e antiallergico) e 10 gocce di olio essenziale di Lavanda (decongestionante e protettivo) da  applicare su gola, parte superiore del torace e parte alta del dorso la sera prima di coricarsi.

Oppure massaggiare direttamente la pianta dei piedi tutte le sere con 4-5 gocce di olio essenziale di Ravintsara, che attiva una risposta di riequilibrio dell’intero organismo.

AMBIENTE

La stessa miscela di Ravintsara e Lavanda, 5 gocce di ognuno, si può anche diffondere nell’ambiente con un diffondi aromi o miscelare nella vasca da bagno per favorire un rilassamento psicofisico e rendere meno intensi gli attacchi allergici.

FIORI DI BACH

Con i FIORI di BACH si può usare CRAB APPLE come depurativo con azione disinfettante che “pulisce” e WALNUT che aiuta ad adattarsi ai cambiamenti modificando le vecchie abitudini, crea un filtro protettivo che può essere utile in caso di ipersensiblità alle influenze del mondo circostante, pollini compresi. La dose? Quattro gocce di ciascun fiore in un bicchiere d’acqua da sorseggiare più volte nell’arco della giornata.


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.