Shopping

Devo fare outing: odio fare le pulizie in casa.
Vado in crisi mistica se devo lavare i piatti, spolverare, lavare i pavimenti, spazzare, stirare.
Insomma, sono la negazione della casalinghitudine.
Una di quelle che è meglio non sposarsi mai, a meno che non hai una colf.
(E forse è per questo che il BirbaPapà non mi ha ancora chiesta in moglie? )

Odio le pulizie in genere ma soprattutto lavare i pavimenti eppure sono ossessionata dalla pulizia. Quando è nato #ilRibelle sterilizzavo tutto. Quindi come conciliare le due cose?

Per non passare proprio per una mamma indegna che lascia crescere il figlio nella zozzeria, non potendomi permettere l’uomo delle pulizie h24, ho trovato la soluzione: la tecnologia.
Che almeno riduce i tempi da dedicare a questa “incombenza”.

Ecco perché pur vivendo in 37 mq abbiamo più “aggeggi” per pulire i pavimenti che metri effettivi da detergere.
E l’ultimo arrivato è fenomenale.
Non solo perché è veloce ma è pure potente perché sfrutta il vapore per ammazzare tutti i batteri… (in realtà prima li rimuove, e quando lo posizioni sulla base, taac, li ammazza!)
Sono tornata dal mare solo per la curiosità di provarlo perché sapevo saremmo diventati inseparabili. E no, non scherzo. Al mio ritorno c’era un bel pacco con all’interno il Moppy che mi aspettava. Amooreeee….

Ma chi è Moppy?

Moppy Polti è un lavapavimenti a vapore. Leggero e praticissimo. Senza fili. Che funziona con l’acqua del rubinetto.

 

Un lavapavimenti a vapore senza fili?

Praticamente c’è una base che si riempie con l’ acqua corrente, quella del sindaco, appunto. Su questa base si poggia lo spazzolone al quale si applica uno straccio apposito e, dopo 10 secondi, l’acqua viene vaporizzata sul panno in microfibra che è pronto a fare il suo dovere eliminando sporco e batteri.
Quando ti sembra non sia più efficace, riporti lo spazzolone sulla base e, voilà, nuovo spruzzo e in 10 secondi Moppy è di nuovo pronto. Il 99,9 % dei batteri sono kaput.
E se vuoi puoi utilizzare il Moppy anche in verticale per pulire pareti e porte.

pulizie di casa, lavare il pavimento

La foto è indicativa, ovviamente, ma lo spazzolone è molto simile a quello del Moppy. Photo courtesy of Pixabay.

Lati positivi

  • Non devo piegarmi per strizzare lo straccio
  • non c’é bisogno di aggiungere detersivo
  •  non mi bagno nemmeno le mani.
  • Lo spazzolone è leggerissimo e il pavimento asciuga subito.

È talmente divertente che ora è diventato il gioco preferito de #ilRibelle e mentre lui passa il Moppy sul pavimento (anzi sul parquet a dire il vero)  io faccio altro.

E lo so, continuo a essere una pessima madre perché ho schiavizzato un bambino di 4 anni, ma almeno non sono una mamma zozza, no?

Lati negativi

Se avete una casa di 200 mq forse non vi conviene un pulitore a vapore ricaricabile come Moppy ma uno con serbatoio, e se pensate di eliminare lo sporco “ostinato” o il grasso idem, ma se lo passate tutte le sere in una casa piccola come la mia, è perfetto perché si fa in fretta e anche in silenzio, magari quando il pupo è andato a dormire.

Quanto costa

Costa quanto un vestitino da Zara. Solo che dura di più. Su Amazon lo trovate a 129 euro.
Insomma, io ve lo consiglio pure da regalare alle amiche cani o bambini dotate, per Natale perché, credetemi, non ne faranno più a meno.

 

UDITE UDITE:

Usando il codice sconto MOPPY4BIRBA

  avrete uno sconto del 15% 

valido per l’ acquisto di un Moppy tra le 3 varianti colore – Red, White, Black Premium (ultima arrivata e fichissima!!!)

Il codice  sconto è valido solo ed esclusivamente per l’acquisto di Moppy all’interno del sito www.polti.it

Lo sconto è valido per un solo acquisto per cliente e non è cumulabile con altre promozioni in corso.

valido fino al 31/12/2017 per tutte le Birbamme.

N.B.
Se pensate che sia una marchetta, vi confesso che il Moppy me lo hanno regalato ma solo perché quando sono andata a comprarlo non c’era del colore che volevo (esiste bianco e rosso) e ho chiamato l’azienda dove, guarda caso, lavorava una mia amica e io non lo sapevo.
Ecco. Quindi lo avrei comunque comprato e credo lo regalerò anche a mia mamma. Alla faccia di chi dice che le blogger non dicono la verità.


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *