Senza categoria

Prima confessione: purtroppo non l’ho conosciuta personalmente, ma solo intervistata telefonicamente. Però devo ammettere che già dalla sua disponibilità mi è sembrata proprio una BirbaMamma speciale.
La chiamo in un sabato pomeriggio. Un giorno in cui normalmente le “vip” non fanno rispondere al telefono nemmeno la loro assistente. Lei invece mi ha dato il suo cellulare, è in macchina e accosta per rispondere a me per un blog che non ha ancora nemmeno un mese di vita. Chapeaux!

katia-pedrotti2

“Trascorriamo” insieme un sacco di tempo parlando di bambini, gravidanze, parti, mariti e vacanze proprio come due vecchie amiche. E in un attimo mi sembra di conoscere Katia Pedrotti da sempre, da quel giorno in cui entrò nella casa di Cinecittà per “Il grande Fratello n. 4” e fece innamorare “il principe”, ossia Ascanio Pacelli.

matrimonio

Cavolo! sono passati 9 anni! E quella che sembrava una favola destinata a durare giusto il tempo del clamore mediatico, è invece, ancora, una storia vera e bellissima consacrata da un matrimonio e due bimbi meravigliosi, Matilda (quasi 7 anni) e Tancredi (poco meno di due).

 

matilda-e-tancredi-pacelli2

 

Com’è cambiata Katia diventando mamma?
Beh, nonostante i miei 35 anni mi sento ancora giovane dentro (giovane lo è anche fuori ndr!) e di anni me ne sento appena 25. Non mi pesa nulla dell’essere mamma: certo, magari qualche uscita in più con le amiche ci starebbe bene, ma alla fine rinuncio volentieri. Poi sono fortunata perché ho una tata che vive con noi e mi aiuta a gestire i bambini, ma fondamentalmente cerco di dedicare loro tutto il mio tempo perché adoro fare la mamma, mi piace proprio tanto. Certo, se un giorno riuscissi a realizzare il mio sogno, di diventare conduttrice tv mi toccherebbe passare con loro meno tempo…

Nessun ripensamento? Nemmeno su gravidanza/parto e soprattutto post parto?
Ho avuto due gravidanze splendide ma sono sempre stata abbastanza morigerata: con Matilda ho messo su un po’ di chili, che è stato un po’ faticoso smaltire, mentre con Tancredi mi sono affidata da subito a una nutrizionista e alla fine ho preso solo 7 kg. Non ho mai mangiato per due ma nemmeno fatto diete assurde perché mi voglio bene: ho solo cercato il modo di mangiare sano e perciò sono stata bene, avevo pelle e capelli meravigliosi! Detto questo, tornare in forma non è semplice. Invidio le mie colleghe che fanno sembrare tutto facile. Tutt’altro. Ci vuole esercizio fisico e costanza per mantenere il corpo tonico e perdere i chili acquisiti con la gravidanza. Io ho sempre continuato ad andare in palestra e lo faccio ancora oggi costantemente, perché il binomio esercizio e alimentazione è fondamentale!


Quindi due gravidanze “facili”?
Si, devo dire la verità, non ho avuto nessuno di tutti quei ”lati negativi” che di solito lamentano le donne in attesa. Unico neo è che ho dovuto fare due cesarei, poiché Matilda era podalica, per cui la ripresa è stata un po’ più lenta anche per via delle cicatrici.

katia-pedrotti1

Che mamma sei?
Non sono apprensiva, cerco di educarli come sono stata cresciuta io: mia mamma è stata per me davvero speciale. È giovane, non abbiamo una grossa differenza di età, ed è stata molto comprensiva e affettuosa, quasi un’amica. Io l’ho sempre considerata la mamma perfetta ed è così che vorrei essere per i miei figli. (qui sotto la foto della mamma di Katia da lei stessa postata sul suo profilo Instagram).

 

C’è qualcosa che ti spaventa dell’essere genitore?
Fortunatamente non ho avuto grossi problemi con i miei figli a livello di salute, ma sono anche fortunata perché la mia pediatra e la mia ginecologa sono donne giovani e preparate che mi tranquillizzano. E poi non sono una che va nel panico: Matilda recentemente ha avuto un attacco d’asma ma, siccome io ne soffro da quando ero piccola, ho riconosciuto i sintomi e, senza andare nel pallone, l’ho portata al pronto soccorso. Certo, una cosa che mi spaventa è pensare al loro futuro visto la crisi che c’è nel mondo e soprattutto in Italia, dove ci sono tanti giovani talentuosi che non riescono a trovare lavoro.

Che cosa ti piace fare di più coi tuoi bimbi?
Il rituale del bagnetto è solo nostro: entrambi i miei figli soffrono di chetatosi follicolare (un ispessimento anomalo dello strato corneo dell’epidermide, ndr) per cui hanno la pelle molto molto secca e dopo il bagno, da sempre, passo molto tempo a incremarli e massaggiarli. A loro piace molto e io mi rilasso. Poi adoro vestirli uguali tra loro e in pendant perfetto con me!

 

E con Ascanio è cambiato il rapporto?
Dopo la prima gravidanza eravamo un po’ in crisi. Con un bambino il rapporto a due cambia perché non si ha più tempo per stare “da soli”, è inevitabile. Sono sincera: avrei potuto mollare i bambini e ritagliarmi delle vacanze solo per noi, ma non me la sono mai sentita e questo ovviamente ha creato un po’ di distacco. Oltre al fatto che la voglia di fare sesso diminuisce fisiologicamente nella donna. Però Ascanio è stato molto carino e paziente, ha saputo rispettarmi e avvicinarsi a me con dolcezza. E siccome io amo molto mio marito e mi piace tanto fisicamente, piano piano, anche la voglia di fare sesso è tornata come prima. E infatti dopo la nascita di Tancredi non abbiamo avuto gli stessi “problemi” . Insomma, basta capire dove si sbaglia per correggere il tiro.

matilda-e-tancredi-pacelli

 

Come sono i tuoi bimbi?
Matilda è una vera femminuccia e ora comincia ad imitarmi, vuole truccarsi e vestirsi come mamma e qualche volta le concedo di venire con me dalla manicure e le faccio mettere lo smalto trasparente: lei ne va pazza!

Tancredi invece è ancora piccolo ma come tutti i maschietti è affettuosissimo con me. E pensare che speravo fosse femmina! Ora invece che ho un ometto così innamorato e dolce, non saprei più farne a meno. E poi magari un’altra femmina verrà tra qualche anno… chissà.

katia-e-Tank


Lascia un commento con facebook


Rispondi