Shopping

Iniziamo con una domanda:
Quante migliaia di foto avete nel vostro telefonino? Quante ne avete mai stampate?
Avete mai regalato emozioni?
Perché le due cose sono strettamente collegate.

Io sono una fotografa compulsiva. Lo sono sempre stata anche quando stampare un rullino costava migliaia di lire. E ho sempre stampato le mie foto.

Mio padre, quando ero piccola mi aveva “iniziata” a questa bellissima arte e ricordo ancora la camera oscura allestita nel bagno di casa e le immagini che piano piano si materializzavano a ogni passaggio nelle diverse vaschette di acido. I negativi, la luce rossa, l’odore acre.

Poi è arrivata la fotografia digitale, un po’ della magia si è persa ed è aumentata la “malattia” perchè io sono letteralmente impazzita e ho iniziato a scattare qualsiasi cosa con l’idea che tanto poi scelgo dopo.

Non vi dico dopo la nascita del Ribelle. Poverino, altro che sovraesposizione! Penso di avergli fatto foto anche  per i prossimi 100 anni.

Ho un archivio digitale infinito…ma non organizzato.

All’inizio per paura di perdere le foto e nell’attesa di stamparle le riversavo su altri supporti esterni oltre che sul computer. Poi mi è successo che il mio mega hard disk da 2 tera bite si è fuso. E sono rimasta fregata.

E in quel momento ho stampato random 1000 foto, senza fare distinzione, compresi scatti inutili, sfuocati, a cavolo. che, poi, non avevo tempo di mettere in ordine in un album fisico e così le stampe sono finite in una scatola.
E allora sono passata, finalmente, agli album digitali da stampare. Vuoi mettere la comodità? Niente più nastro adesivo e fogli da sistemare, fai tutto on line e ti arriva l’album pronto.

photoalbum digitale

PERCHE’ UN FOTOALBUM?

I primi album li ho preparati on line pensandoli come regalo per i nonni al battesimo del Ribelle.

Ho provato diversi fornitori scelti sul web. Poi ho avuto la possibilità di provare con un coupon il servizio Saal Digital  E… Sorpresa!

Tutta un’altra storia.

Non che gli altri album non fossero belli ma questo mi ha davvero stupita. La qualità è ottima perchè l’album è stampato su carta fotografica. Perfetti  anche il servizio di consegna e spedizione. Potete addirittura vedere subitoquando riceverete il prodotto.

Unico neo? Dovete scaricare il loro software per lavorare meglio. Il sistema è un po’ più lento perché dovete praticamente decidere tutto, dai formati, all’impaginazione, al tipo di copertina (imbottita o no) alle grafiche. Ecco, avrete veramente di che impegnarvi a scegliere perchè ci sono mille possibili variabili quindi è come se foste voi gli art director e potete creare un prodotto davvero personalizzato, io però per la prova  ho preferito un album minimal e vi assicuro che anche così il risultato è stato eccellente.

L’album è arrivato prima della prevista data di consegna e mi ha fatto emozionare.

Con Saal poi avete una serie di opzioni per personalizzare una ampia gamma di oggetti. Sto per sperimentare il calendario e vi saprò dire. I prezzi? Sono abbastanza competitivi.

Quindi, suggerimento da cogliere al volo (altrimenti rischiate di non ricevere in tempo i vostri regali) perché non regalate a Natale a nonni e zii  fotoalbum, cover, calendari?
Quelle cose che io in passato avrei detto “Mai nella vita!” ma che quando hai i nipoti lontani diventano quasi dei simulacri per nonni e parenti.

Loro sono felici e voi non rischierete, in caso di tradimento da parte della tecnologia, di restare senza ricordi dei bei momenti dei vostri figli. Ah no?
E poi anche le tazze piacciono un sacco, magari ci stampate una faccia buffa che dà il buongiorno al marito/fidanzato/amante/cugino ogni mattina e anche il regalo di Natale per loro è fatto.

Poi non dite che non vi do le dritte giuste eh, affrettatevi che Natale è arrivato!


Lascia un commento con facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *